La prima volta su Miobambino? Qui puoi dare un'occhiata a ciò che è Miobambino e come ti può aiutare.   |   Leggi di più    
Miobambino.it utillizza i cookie necessari al funzionamento de sito ed utili per fornire all’utente una migliore esperienza di navigazione e per inviare pubblicità.
Ogni browser ha la possibilità di abilitare o bloccare i cookie. Visitando e utilizzando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per continuare, clicca su "OK”.   Scopri di più.

Fecondazione in vitro: i cibi che aiutano

Miobambino, 29.7.2012
Una dieta che comprenda avocado, olive, semi, noci e olio d’oliva triplica le possibilità di successo della fecondazione in vitro. Da evitare invece i grassi saturi della carne rossa o del burro ecc.

image
/11


 

Buone notizie per le donne che si rivolgono alla fecondazione in vitro.

Secondo un nuovo studio includere nella dieta avocado, olive e olio d’oliva triplicherebbe le possibilità di successo nella fecondazione. Ma non solo: tutti i cibi che contengono grassi monoinsaturi come per esempio i semi, le noci e altri tipi di olio, possono contribuire al successo dell’inseminazione.

Lo sostiene uno studio del dr. Jorge Chavarro e colleghi della Harvard School of Public Health che ha coinvolto 147 donne con un’età media di 30 anni e ha evidenziato che donne che assumevano maggiori quantità di grassi monoinsaturi avevano 3,4 volte più probabilità di avere un figlio dopo la FIV rispetto a quelle che ne assumevano meno.

Al contrario, le donne che assumevano maggiori quantità di grassi saturi - contenuti principalmente nella carne rossa, nel burro eccetera - avevano i peggiori risultati.

 

I grassi monoinsaturi oltre a proteggere l’apparato cardiovascolare potrebbero dunque migliorare la fertilità riducendo l’infiammazione del corpo.

Avocado, olive e l’olio d’oliva contengono elevati livelli di grassi monoinsaturi e bassi livelli di altri tipi di grassi.

 

Anche se lo studio si è basato su un campione piuttosto ridotto, per cui è prematuro trarre conclusioni, e in attesa che i risultati siano replicati su grandi numeri, Chavarro ha dichiarato che seguire questa dieta «anche se non sappiamo per certo se sarà di vantaggio, sappiamo che non è dannosa».

 

In attesa dunque di ulteriori conferme, seguire una dieta sana che comprenda la giusta quantità di grassi monoinsaturi non può che essere benefica.



L`Aborto Spontaneo Isolato e Ricorrente (...
Sono sempre più numerose le coppie che cercando una gravidanza e si trovano all'improvviso di fronte ad un evento dramma...
5
Riconoscere i sintomi di un aborto spontaneo
Come riconoscere un aborto spontaneo? Quali sono i sintomi più comuni? Quali fattori aumentano le possibilità che la gra...
5
Prolattina
La Prolattina è un ormone prodotto dall'ipofisi La prolattina serve a promuovere l'allattamento in tutte le donne gravi...
4
Troppo stess può causare infertilità
Talvolta dietro alla difficoltà di concepire e restare incinta non ci sono problemi di fertilità, ma ci può essere lo st...
3


Clicca su “Like” e aggiungi il tuo commento su questo articolo