La prima volta su Miobambino? Qui puoi dare un'occhiata a ciò che è Miobambino e come ti può aiutare.   |   Leggi di più    
Miobambino.it utillizza i cookie necessari al funzionamento de sito ed utili per fornire all’utente una migliore esperienza di navigazione e per inviare pubblicità.
Ogni browser ha la possibilità di abilitare o bloccare i cookie. Visitando e utilizzando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per continuare, clicca su "OK”.   Scopri di più.

Riconoscere i sintomi di un aborto spontaneo

Miobambino, 4.5.2010
Come riconoscere un aborto spontaneo? Quali sono i sintomi più comuni? Quali fattori aumentano le possibilità che la gravidanza si interrompa?

image
/11




L’aborto spontaneo è la cessazione improvvisa della gravidanza.

Spesso avviene nel corso del primo trimestre di gravidanza (il 15% delle gravidanze si interrompono in questo periodo, a volte senza che la futura mamma nemmeno si renda conto di essere incinta).

In casi più rari (circa nell'1% delle gravidanze) l'aborto spontaneo si verifica nel corso del secondo trimestre e di solito è dovuto ad una apertura anticipata della cervice o a un utero troppo piccolo e meno resistente.

 

Quando il corpo rigetta il feto
Una delle cause principali dell’aborto spontaneo è l’anomalia cromosomica: anomalie cromosomiche si verificano accidentalmente durante la formazione dell'ovulo e possono essere più frequenti nei casi di gravidanze tardive.

 

L’età è un fattore fondamentale, i dati parlano chiaro: le gravidanze che terminano con un aborto spontaneo sono circa il 15% tra le giovani donne, la percentuale sale al 34% tra le quarantenni e al 50% tra le donne sui 45 anni.

Oltre alle anomalie cromosomiche o alle anomalie genetiche dei genitori, altre cause di interruzione prematura di gravidanza possono essere le infezioni vaginali o le dimensioni o la forma dell’utero.

 

I sintomi di un aborto spontaneo
I sintomi più frequenti che possono indicare un aborto spontaneo sono emorragia e dolore intermittente al ventre.

 Di fronte a questi sintomi è necessaria la massima cautela: anche le piccole perdite di sangue durante la gravidanza devono essere prese sul serio (soprattutto durante l'impianto dell'embrione in utero, all’inizio della gravidanza). Consultate il vostro medico immediatamente.

 

Aborto spontaneo senza sintomi
Ma un aborto spontaneo può avvenire anche senza sanguinamento o senza dolore: in questo caso l’embrione è morto ma il corpo non lo espelle. Il medico deve allora prescrivere farmaci per facilitare l'espulsione o si deve procedere chirurgicamente.

 

Quando gli aborti si ripetono
Nel caso in cui gli
aborti spontanei si ripetano è necessario indagarne le cause, controllando ad esempio dimensione e la forma dell'utero, il cariotipo dei genitori, o effettuando dosaggi ormonali che ricerchino eventuali anticorpi responsabili dell'interruzione della gravidanza.

 

Superare l’interruzione di gravidanza

Superare un aborto può essere molto difficile, ma per fortuna non significa rinunciare al sogno di essere genitori.

Se le gravidanze che terminano con un aborto sono il 15%, significa che l'85% delle gravidanze giungono a termine.

 Una madre ha subito un aborto spontaneo singolo è perfettamente in grado di portare a terminare una gravidanza normale!

 


Prolattina
La Prolattina è un ormone prodotto dall'ipofisi La prolattina serve a promuovere l'allattamento in tutte le donne gravi...
6
Amenorrea dell`Ex Anoressica e Progesterone
L'Amenorrea spesso è un disturbo che è causato dall'anoressia, quale forma di difesa dell'organismo, che cerca di rispar...
5
Sesso del bebè: i cibi "maschili" ...
Spesso i futuri genitori vorrebbero poter decidere se avere un maschio o una femmina. Forse l'alimentazione della futura...
4
Acido folico e gravidanza: iniziare presto
Quando va prescritto l’acido folico, o vitamina B9? Assolutamente prima della gravidanza, assumendo una compressa da 0,4...
3


Clicca su “Like” e aggiungi il tuo commento su questo articolo