La prima volta su Miobambino? Qui puoi dare un'occhiata a ciò che è Miobambino e come ti può aiutare.   |   Leggi di più    
Miobambino.it utillizza i cookie necessari al funzionamento de sito ed utili per fornire all’utente una migliore esperienza di navigazione e per inviare pubblicità.
Ogni browser ha la possibilità di abilitare o bloccare i cookie. Visitando e utilizzando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per continuare, clicca su "OK”.   Scopri di più.

Adozioni

inps, 4.5.2010
Nel 2008 ci sono delle importanti novita' in casi di adozioni o affidamenti preadottivi. L'indennita' di maternita' é prolungata dai tre ai cinque mesi.

image
/11


La legge Finanziaria per il 2008 ha introdotto importanti novità: in caso di adozione o affidamento preadottivo, l'indennità di maternità spetta per cinque mesi, anziché tre, dall’ingresso del bambino in famiglia (adozioni nazionali) o in Italia (adozioni internazionali) e senza limiti di età del bambino. Le nuove regole si applicano per gli ingressi in famiglia o in Italia avvenuti dal 1° gennaio 2008 in poi, e anche per quelli avvenuti nel 2007, se non sono decorsi cinque mesi dall’ingresso in famiglia o in Italia. Il congedo spetta al padre se la madre lavoratrice non ne usufruisce e, nel caso di adozione internazionale, si può richiedere anche per i periodi di permanenza all’estero
 
La contribuzione
 
Anche se l’ingresso del bambino adottato in famiglia è avvenuto in un periodo in cui la madre non lavorava, si può comunque chiedere l’accredito dei cinque mesi di contribuzione, se si possiede un’anzianità contributiva di almeno 5 anni.
 
Il congedo parentale (“astensione facoltativa”)
 
In caso di adozione o affidamento i genitori possono utilizzare il congedo parentale entro gli otto anni dal momento dell’ingresso in famiglia e non oltre il compimento della maggiore età del figlio adottivo.
 
Fertilità e sovrappeso
Obesità e sovrappeso diminuiscono le probabilità di rimanere incinta. Scopri se il tuo peso è in regola con il calcolo d...
5
Sterilità di coppia: quando il problema è ...
Quando possiamo dire che una coppia è "sterile"? Se il problema è maschile, da cosa può dipendere e come si può in...
5
Infertilità maschile: lo spermiogramma
Lo spermiogramma è lo strumento fondamentale per diagnosticare la sterilità maschile.
5
L`infertilità della coppia
Quando una coppia non riesce ad avere bambini le ragioni possono essere diverse e nel 50% dei casi è l'uomo il responsab...
5


Clicca su “Like” e aggiungi il tuo commento su questo articolo


Sondaggio

in crisi per il nome
veronica11

E' ORA DI SCEGLIERE

MARCO (17%)

ANDREA (14%)

VALERIO (5%)

MATTEO (20%)

FRANCESCO (18%)

ALESSANDRO (27%)


Voti in tutto: 217

Grazie della risposta. Hai già risposto a tutte le inchieste attuali. Intanto puoi creare una nuova inchiesta anche tu.