La prima volta su Miobambino? Qui puoi dare un'occhiata a ciò che è Miobambino e come ti può aiutare.   |   Leggi di più    
Miobambino.it utillizza i cookie necessari al funzionamento de sito ed utili per fornire all’utente una migliore esperienza di navigazione e per inviare pubblicità.
Ogni browser ha la possibilità di abilitare o bloccare i cookie. Visitando e utilizzando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per continuare, clicca su "OK”.   Scopri di più.

Troppo magra per una gravidanza

Miobambino, 10.12.2014
Essere eccessivamente magre può rendere difficile il concepimento e la gravidanza.

image
/11



Un indice di massa corporea troppo basso ha effetti negativi sulla fertilità femminile (e maschile).
Sembra infatti che una certa quantità di grasso corporeo sia necessaria per il corretto funzionamento degli ormoni coinvolti nel processo di fecondazione: il tessuto adiposo produce un ormone estrogeno molto simile all’estradiolo (l’ormone sessuale femminile prodotto dalle ovaie).

Le donne sottopeso hanno un deficit di estrogeni che porta a cicli mestruali irregolari con difetto dell’ovulazione.

Il calcolo dell'Indice di Massa Corporea (IMC o BMI dall'inglese Body Mass Index) mette in relazione peso e altezza (trascurando però altri fattori come costituzione fisica, massa grassa e massa magra etc).
Il BMI si ottiene dividendo il peso (espresso in chili) per il quadrato dell'altezza (espressa in metri):  kg/m2. Se ad esempio sei alta 1,60 e pesi 60 chili, il BMI sarà 60: (1,60x1,60), ovvero 23,4.

Un BMI compreso tra 20 e 25 è considerato normale, ma se è inferiore a 20 si parla di sottopeso.
Se stai cercando di rimanere incinta gli esperti raccomandano di raggiungere almeno un indice di massa corporea pari a 20.
Quando il BMI è compreso tra 18 e 19, l'ovulazione si ferma (anche se le mestruazioni posso continuare). Se la situazione si aggrava (come ad esempio nel caso dell'anoressia nervosa),  spariscono le mestruazioni (amenorrea) e si arriva all'infertilità.

L'eccessiva magrezza nelle donne in gravidanza è un fattore di rischio, può avere conseguenze sia per la madre che per il bambino.


Fertilità e magrezza eccessiva

Essere troppo magra può rendere difficile la gravidanza.

Un indice di massa corporea troppo basso ha effetti negativi sulla fertilità femminile (e maschile).
Sembra infatti che una certa quantità di grasso corporeo sia necessaria per il corretto funzionamento degli ormoni coinvolti nel processo di fecondazione: il tessuto adiposo produce un ormone estrogeno molto simile all’estradiolo (l’ormone sessuale femminile prodotto dalle ovaie). Le donne sottopeso hanno un deficit di estrogeni che porta a cicli mestruali irregolari con difetto dell’ovulazione.

Il calcolo dell'Indice di Massa Corporea (IMC o BMI dall'inglese Body Mass Index) mette in relazione peso e altezza (trascurando però altri fattori come costituzione fisica, massa grassa e massa magra etc).
Il BMI si ottiene dividendo il peso (espresso in chili) per il quadrato dell'altezza (espressa in metri):  kg/m2. Se ad esempio sei alta 1,60 e pesi 60 chili, il BMI sarà 60: (1,60x1,60), ovvero 23,4.

Un BMI compreso tra 20 e 25 è considerato normale, ma se è inferiore a 20 si parla di sottopeso.
Se stai cercando di rimanere incinta gli esperti raccomandano di raggiungere almeno un indice si massa corporea pari a 20.
Quando il BMI è compreso tra 18 e 19, l'ovulazione si ferma (anche se le mestruazioni posso continuare). Se la situazione si aggrava (come ad esempio nel caso dell'anoressia nervosa),  spariscono le mestruazioni (amenorrea) e si arriva all'infertilità.

L'eccessiva magrezza nelle donne in gravidanza è un fattore di rischio, può avere conseguenze negative sia per la madre che per il bambino.
Le donne sottopeso durante la gravidanza sono esposte a numerosi rischi: parto prematuro, ritardo dello sviluppo e della crescita fetale intrauterina, basso peso della placenta e aumentato rischio di mortalità bambino

X







La extrema delgadez en la gestante es un factor de riesgo en el embarazo, con consecuencias tanto para la futura madre como para el bebé. Las mujeres de bajo peso pueden estar expuestas a un riesgo mayor de sufrir parto prematuro o de tener un bebé de bajo peso al nacer e, incluso, hay estudios que lo asocian a una mayor probabilidad de aborto. Por este motivo, es importante que las mujeres sigan los controles prenatales, destinados a la prevención, diagnóstico y tratamiento de esta condición para disminuir las enfermedades causantes de la muerte materna y perinatal.



 Embarazo y delgadez extrema

La desnutrición materna, tanto antes de concebir como durante la gestación, se asocia a un mayor riesgo para la futura madre y para el bebé: mayor tasa de prematuridad, retardo en el desarrollo y crecimiento fetal intrauterino, poco peso placentario y mayor riesgo de morbimortalidad infantil. Si bien la obesidad es perjudicial, ya que aumenta la tasa de enfermedades en el embarazo, el alumbramiento distócico (el que conlleva algún tipo de intervención médica) o alteraciones metabólicas en madres y neonatos, el extremo opuesto es también una situación que conviente evitar.

Como aseguran en la guía de la American College of Obstetricians and Gynecologists (ACOG), las mujeres de bajo peso pueden estar expuestas a un riesgo mayor de tener un parto prematuro o un bebé de bajo peso al nacer.

La dieta de la madre debe aportar los nutrientes necesarios para asegurar el desarrollo del feto. Si esta no es suficiente, el especialista prescribirá suplementos. No obstante, siempre deben tomarse bajo prescripción médica, ya que está descrito que el exceso o la utilización indiscriminada de suplementos -igual que la deficiencia- no están exentos de riesgo o, como mínimo, no se conocen sus posibles efectos secundarios. Hay estudios que muestran que las vitaminas liposolubles tienen un impacto acumulativo y pueden ser peligrosas. Por poner un ejemplo: un exceso de vitamina A se asocia a alteraciones renales en niños y el consumo de grandes dosis de vitamina D, a malformaciones cardíacas del feto.

Delgadez extrema: problemas para concebir

Estar demasiado delgada puede dificultar quedarse embarazada. Un índice de masa corporal (IMC) demasiado bajo tiene efectos negativos en la fertilidad, tanto en el hombre como en la mujer. Los datos estiman que alrededor de un 12% de la infertilidad primaria se debe a problemas de peso. Al parecer, es necesaria cierta cantidad de grasa en el organismo (según algunos expertos un 22%) para que las hormonas implicadas en el proceso de fecundación funcionen de manera adecuada. Así, ante una delgadez excesiva, cuando el IMC está entre 18 y 19, la ovulación se interrumpe, aunque no siempre la menstruación. Si el cuadro se agrava, como en una anorexia nerviosa, aparece la amenorrea -o falta de regla- que conlleva infertilidad. A pesar de que un IMC considerado "normal" se sitúa entre los 19 y los 25, los expertos recomiendan aumentar el límite inferior a 20 si se va en busca del embarazo.
Fertilità e nutrizione
I problemi nutrizionali come anoressia o bulimia sono in grado di provocare delle alterazioni della funzione ovarica e, ...
4
Sterilità di coppia: quando il problema è ...
Quando possiamo dire che una coppia è "sterile"? Se il problema è maschile, da cosa può dipendere e come si può in...
3
10 trucchi per migliorare la fertilità mas...
Se state cercando di avere un figlio alcuni accorgimenti per lui possono favorire la qualità e la mobilità dello sperma,...
3
Concepimento, gravidanza e parto
Il concepimento del feto e il suo sviluppo durante la gravidanza sono sicuramente i miracoli più grandi della natura.
3


Clicca su “Like” e aggiungi il tuo commento su questo articolo