La prima volta su Miobambino? Qui puoi dare un'occhiata a ciò che è Miobambino e come ti può aiutare.   |   Leggi di più    
Miobambino.it utillizza i cookie necessari al funzionamento de sito ed utili per fornire all’utente una migliore esperienza di navigazione e per inviare pubblicità.
Ogni browser ha la possibilità di abilitare o bloccare i cookie. Visitando e utilizzando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per continuare, clicca su "OK”.   Scopri di più.

Le infezioni intime durante la gravidanza

Miobambino, 17.4.2014
Durante la gravidanza il rischio di infezioni urinarie e vaginali aumenta. Quali sono le più comuni? Sono pericolose? Come si possono prevenire e come si curano?

image
/11


 

Durante la gravidanza le parti intime sono esposte più del solito alle infezioni: questo perché con la gravidanza le difese immunitarie naturali calano, aumenta la ritenzione idrica e il volume dell'utero aumenta notevolmente.

 

Durante la gravidanza le parti intime sono esposte più del solito alle infezioni: questo perché con la gravidanza le difese immunitarie naturali calano, aumenta la ritenzione idrica e il volume dell'utero aumenta notevolmente

 

Il calo delle difese immunitarie causa una scarsa capacità di contrastare le infezioni, l'aumento dell'utero comprime gli organi vicini tra cui la vescica (riducendone la capacità contenitiva) e l'aumento della ritenzione idrica provoca un ristagno di liquidi e di urina che favorisce la proliferazione dei batteri.



Le infezioni urinarie più comuni durante la gravidanza

Le infezioni urinarie più comuni in gravidanza sono la cistite e la batteriuria asintomatica. Entrambe sono causate dalla presenza di un batterio intestinale all'interno delle vie urinarie (nella maggioranza dei casi si tratta dell'Escherichia coli).

  • La cistite colpisce la parte bassa delle vie urinarie e si manifesta con forte bruciore al momento della minzione, bisogno di urinare spesso (fino a 30 volte al giorno) e spasmi della vescica. Nei casi più importanti si possono aggiungere ai problemi intimi anche una leggera febbre e perdite di sangue all'interno dell'urina. La cistite in gravidanza non ha conseguenze dirette sul bambino ma nella donna può provocare, se non trattata, una seria infezione a livello renale.

 

  • La batteriuria asintomatica colpisce sia la parte bassa dell'apparato urinario (vescica, uretra) che quella alta (reni) e, se trascurata, può avere complicanze anche gravi. Può essere un problema intimo asintomatico per lungo tempo e quando si iniziano ad avvertire i primi fastidi (bruciore, necessità di urinare spesso) l'infezione è solitamente ad uno stadio molto avanzato. Durante la gravidanza spesso provoca complicazioni e se non viene curata, il rischio maggiore per il bambino è quello di un parto pre-termine.

I problemi intimi legati alle vie urinarie necessitano spesso di una terapia antibiotica. Alle donne in gravidanza vengono solitamente prescritti penicilline o cefalosporine, entrambe ben tollerate dall'organismo durante la gestazione.


Le infezioni vaginali durante la gravidanza

Durante la gravidanza la flora batterica vaginale cambia in maniera significativa. A causa delle variazioni ormonali e dell'abbassamento delle difese immunitarie è molto facile contrarre o sviluppare una infezione vaginale. E' importante consultare il ginecologo quando le perdite diventano maggiori, cambiano colore o assumono un odore sgradevole.

Questo tipo di problemi intimi sono pericolosi per mamma e bambino perché possono provocare una parto pre-termine e gravi complicanze per la salute del bambino.


Il principale problema intimo legato alle infezioni vaginali in gravidanza è la Candida Albicans, i cui sintomi più evidenti sono un forte prurito, bruciore durante la minzione ed abbondanti perdite lattiginose. La candida può essere diagnosticata con una semplice visita dal ginecologo e curata con un ciclo di ovuli antimicotici a largo spettro.

Le possibili complicazioni di una candida non curata sul bambino sono molto gravi perché il fungo si trasmette dalla madre al neonato durante il parto. I problemi che si sviluppano più frequentemente nel bambino sono: candidasi della pelle, candidasi orale (mughetto), problemi digestivi ed infezioni micotiche a bronchi e polmoni.


La prevenzione

La prevenzione dei problemi intimi durante la gravidanza passa attraverso frequenti controlli ginecologici e alcune semplici norme igieniche.

Per prevenire i problemi intimi è importante bere molto e cercare di fare almeno 30 minuti di movimento ogni giorno.

L'igiene intima deve essere curata in maniera perfetta con frequenti lavaggi con acqua tiepida nell'arco della giornata.

I detergenti possono essere usati mattina e sera ma non devono contenere antibatterici o altre sostanze aggressive.

Durante i rapporti sessuali è consigliabile utilizzare il preservativo per evitare la trasmissione di eventuali batteri da parte del partner. Qualora questo non fosse possibile anche il partner deve impegnarsi a curare la propria igiene intima.


Clicca su “Like” e aggiungi il tuo commento su questo articolo

L`ipertensione in gravidanza
Quali sono i rischi della pressione troppo alta in gravidanza? Come si può intervenire? Si può curare?
4
Partorire a suon di musica
Ascoltare musica in gravidanza è una pratica sempre più diffusa, che apporta ampi benefici per la futura mamma, ma anche...
4
Certificato di assistenza al parto
Il Certificato di Assistenza al Parto (CedAP) fornisce informazioni di carattere sanitario, epidemiologico e socio-demog...
4
Curare la cicatrice dopo un cesareo
Dopo un parto cesareo sono necessari alcuni accorgimenti per facilitare la cicatrizzazione e favorire la guarigione dell...
4