La prima volta su Miobambino? Qui puoi dare un'occhiata a ciò che è Miobambino e come ti può aiutare.   |   Leggi di più    
Miobambino.it utillizza i cookie necessari al funzionamento de sito ed utili per fornire all’utente una migliore esperienza di navigazione e per inviare pubblicità.
Ogni browser ha la possibilità di abilitare o bloccare i cookie. Visitando e utilizzando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per continuare, clicca su "OK”.   Scopri di più.

Papà meno giovani per figli più longevi

Miobambino, 1.7.2012
Una buona notizia per gli uomini che diventano papà quando non sono più giovani, oltre i 40 o addirittura oltre i 50. Uno studio americano rivela che i padri maturi lasciano in eredità ai figli una maggiore longevità.
Parole chiave:

image
/11


 

Uno studio della Northwestern University (Illinois), condotto su quasi 2mila persone rivela che i padri maturi lasciano in eredità ai figli cromosomi più «protetti», in pratica regalano loro una maggiore longevità.

 

La differenza la fanno i telomeri, ovvero le parti terminali dei cromosomi, composte da sequenze ripetute di DNA: nei papà «anziani», essendo più lunghi, rallentano l'invecchiamento cellulare con un effetto che si amplifica col passare delle generazioni.

 

I ricercatori hanno condotto studiato 1.779 giovani filippini (diventati padri tra i 15 e i 43 anni) e le loro famiglie e hanno scoperto che la lunghezza dei telomeri di un individuo aumenta non solo con l'aumentare dell'età in cui il padre lo ha messo al mondo, ma anche con l'età che aveva il nonno paterno quando a sua volta era diventato papà.

 

I ricercatori sottolineano comunque che questo non significa che sia preferibile diventare padri più tardi, perché con l'età può aumentare la probabilità di trasmettere al figlio mutazioni che possono portare ad aborti o malattie genetiche.

Clicca su “Like” e aggiungi il tuo commento su questo articolo

Maschio o femmina? Scegli tu, facendo sess...
Scopri quando e come fare sesso se vuoi che il tuo bambino sia un maschio o una femmina.
4
Riconoscere i sintomi di un aborto spontaneo
Come riconoscere un aborto spontaneo? Quali sono i sintomi più comuni? Quali fattori aumentano le possibilità che la gra...
4
L`ovulazione
Vi siete mai chieste che cosa succede al vostro corpo quando si prepara al concepimento? In questo video scoprirete cosa...
3
Fecondazione in vitro: i cibi che aiutano
Una dieta che comprenda avocado, olive, semi, noci e olio d’oliva triplica le possibilità di successo della fecondazione...
2