La prima volta su Miobambino? Qui puoi dare un'occhiata a ciò che è Miobambino e come ti può aiutare.   |   Leggi di più    
Miobambino.it utillizza i cookie necessari al funzionamento de sito ed utili per fornire all’utente una migliore esperienza di navigazione e per inviare pubblicità.
Ogni browser ha la possibilità di abilitare o bloccare i cookie. Visitando e utilizzando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per continuare, clicca su "OK”.   Scopri di più.

L`infertilità della coppia

Miobambino, 28.12.2010
Quando una coppia non riesce ad avere bambini le ragioni possono essere diverse e nel 50% dei casi è l'uomo il responsabile. Ce ne parla nel video il Prof. Claudio Manna

/11


 

Il Prof. Claudio Manna spiega quali possono essere le principali cause di infertilità all'interno della coppia.


L'età della donna è sicuramente un fattore molto determinante, ma esistono altre cause dell'infertitlità, come ad esempio la mancanza di ovulazione o possibili danni alle tube.

Il problema va comunque sempre analizzato all'interno della coppia perché in almeno il 50 % dei casi può essere l'uomo il responsabile dell'infertilità.

 

Le cause dell'infertilità di coppia non sono sempre rintracciabili: nel 15% dei casi, infatti, la medicina non riesce a identificarne l'origine.

Oggi si otengono comunque molti successi grazie ai farmaci, alla chirurga e alla fecondazione assisitita.


La terapia per l`anovulazione
Generalmente l' anovulazione è determinata da una scarsa o inadeguata produzione di ormoni ipofisari ( FSH, LH).
3
Maschio o femmina? Scegli tu, facendo sess...
Scopri quando e come fare sesso se vuoi che il tuo bambino sia un maschio o una femmina.
3
Fecondazione in vitro: i cibi che aiutano
Una dieta che comprenda avocado, olive, semi, noci e olio d’oliva triplica le possibilità di successo della fecondazione...
2
Come mangiare prima della gravidanza
Se state progettando una gravidanza preparatevi cambiando le vostre abitudini alimentari: vitamine, ferro, e iodio sono ...
2


Clicca su “Like” e aggiungi il tuo commento su questo articolo