La prima volta su Miobambino? Qui puoi dare un'occhiata a ciò che è Miobambino e come ti può aiutare.   |   Leggi di più    
Miobambino.it utillizza i cookie necessari al funzionamento de sito ed utili per fornire all’utente una migliore esperienza di navigazione e per inviare pubblicità.
Ogni browser ha la possibilità di abilitare o bloccare i cookie. Visitando e utilizzando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per continuare, clicca su "OK”.   Scopri di più.

Concepire dopo un aborto

10.8.2010
Dopo un aborto è davvero necessario aspettare prima di cercare un'altra gravidanza? Secondo una nuova ricerca non è così...
Parole chiave:

image
/11


 

L’aborto è sempre un evento particolarmente spiacevole, specie se spontaneo, ma spesso ci si consola sperando che la futura gravidanza possa essere più serena.

Ma quanto tempo bisogna attendere prima che ciò sia possibile?

Secondo un nuovo studio internazionale - condotto da un ricercatore indiano - non ci sono motivi per ritardare una nuova gravidanza.

A differenza di quanto si è soliti credere infatti, la ricerca guidata dal dottor Sohinee Bhattacharya e il suo team dell'Università di Aberdeen suggerisce il contrario: le donne che riescono a concepire un figlio entro sei mesi dall’aborto hanno di gran lunga più possibilità di avere una gravidanza serena e priva di complicazioni di chi concepisce un bambino più tardi - soprattutto se si tratta di una persona over 35.

 

Il fatto di dover ritardare la gravidanza, tuttavia, non è solo una credenza popolare ma anche un’indicazione dell’OMS che suggerisce di attendere almeno sei mesi prima di tentare una nuova gravidanza.

Secondo i ricercatori il tempo che intercorre tra l’aborto e la nuova gravidanza che viene consigliato è da rivalutare.

A sostegno di quanto detto è stato compiuto uno studio sulle donne della Scozia il quale, però, precisa che le indicazioni potrebbero rimanere uguali a quelle dell’OMS per le persone appartenenti a paesi in via di sviluppo.

 

«Le donne che hanno superato i 35 anni di età, hanno più probabilità di incontrare problemi nel concepimento, mentre le donne di età superiore ai 40 anni hanno un 30 per cento di probabilità in più di aborto spontaneo, che sale al 50 per cento per chi ha compiuto 45 anni di età. Qualsiasi ritardo nel tentare un concepimento potrebbe ulteriormente diminuire la loro probabilità di avere un bambino sano», spiegano i ricercatori.

Insomma, se avete già “una certa età” sarebbe meglio che vi affrettiate a concepire un bambino, altrimenti potreste avere poco tempo per porre rimedio a eventuali problemi.


Fonte: www.lastampa.it


La terapia per l`anovulazione
Generalmente l' anovulazione è determinata da una scarsa o inadeguata produzione di ormoni ipofisari ( FSH, LH).
3
Come funziona la fecondazione in vitro?
Il video spiega le quattro fasi della fecondazione in vitro: la stimolazione delle ovaie, la raccolta degli ovociti, la ...
3
L`infertilità della coppia
Quando una coppia non riesce ad avere bambini le ragioni possono essere diverse e nel 50% dei casi è l'uomo il responsab...
3
Miomi uterini: fertilità e gravidanza
I miomi (fibromi uterini) sono tumori benigni molto frequenti che in base alla localizzazione e alle dimensioni possono ...
3


Clicca su “Like” e aggiungi il tuo commento su questo articolo