La prima volta su Miobambino? Qui puoi dare un'occhiata a ciò che è Miobambino e come ti può aiutare.   |   Leggi di più    
Miobambino.it utillizza i cookie necessari al funzionamento de sito ed utili per fornire all’utente una migliore esperienza di navigazione e per inviare pubblicità.
Ogni browser ha la possibilità di abilitare o bloccare i cookie. Visitando e utilizzando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per continuare, clicca su "OK”.   Scopri di più.

Il significato del gioco nello sviluppo della personalità del bambino

4.5.2010
Se il gioco viene continuamente stabilito e orientato dagli adulti può influire negativamente sul bambino in quanto ostacola la sua fantasia creativa, la propria iniziativa e indipendenza.

image
/11


Molte volte il gioco è stabilito e orientato dagli adulti ma sul bambino influisce negativamente perché ostacola la sua fantasia creativa, la propria iniziativa e indipendenza. Un simile gioco non sviluppa la personalità del bambino e le sue capacita, non da al bambino slancio né soddisfazione, perciò non ha nessun effetto benefico.

Criticando gli atteggiamenti che approvano il massimo ed esagerato intervento degli adulti nell’attività ludica del bambino, non si vuole affermare che sia giusto l’altro atteggiamento secondo il quale il bambino viene lasciato completamente solo nel gioco e che i genitori non devono intromettersi nel gioco del bambino. La prassi ha dimostrato che anche quest’atteggiamento è errato.

Accade specialmente a quei piccoli bambini che hanno un gran desiderio di giocare, ma non riescono a trovare gli strumenti e neppure non riescono ad usarli. In questo caso l’aiuto degli adulti è  utile. Il loro compito, se non esiste altra soluzione, è quello di aiutare ma in un modo limitato affinché, in tali situazioni, i bambini non perdano l’iniziativa, l’originalità e la loro indipendenza; per quei progetti che i bambini sono in grado di realizzare da soli e giusto che gli adulti li lascino fare a loro sforzandosi quanto possono. 

Se il gioco del bambino e unilaterale e giusto che gli adulti cerchino di stimolare nel bambino l’idea e il piacere di altre forme di gioco con un adeguato incoraggiamento o con altri mezzi ludici. In tal modo si offre al bambino uno sviluppo generale, infatti, col gioco, il bambino sviluppa capacita e abilita e realizza anche delle esperienze.

Non bisogna pero separare severamente da una parte gli influssi delle attività ludiche nelle abilità dello sviluppo infantile, nelle emozioni, nelle caratteristiche personali e nel consolidamento dei motivi dello sviluppo, e dall’altra parte l’influsso delle attività ludiche per l’ottenimento delle esperienze. In effetti, il bambino durante il gioco sviluppa la sua funzione nel suo significato più esteso e allo stesso tempo fa nuove esperienze.

Nella funzione completa della psiche del bambino questi processi sono correlati tra loro e s’influenzano a vicenda. Non possiamo trascurare in particolare l’influsso del gioco nello sviluppo della fantasia del bambino. Verso la fine del secondo anno di vita si notano nel bambino gli inizi di generi speciali di giochi che si definiscono giochi di fantasia.

La fantasia del bambino rende possibile l’originalità collegando nel gioco attività e proprietà che in realtà non sono collegati. Il bambino attraverso un tale gioco stimola in particolare e sviluppa la fantasia e anche si esprime personalmente secondo i suoi desideri e le sue necessita.

I giochi creativi che s’iniziano a notare nei bambini di tre anni e si esprimono totalmente verso i sei anni d’eta influenzano in gran misura lo sviluppo della fantasia creativa infantile. La caratteristica dei giochi creativi è che il bambino non mette assieme le cose secondo il principio della sperimentazione, ma possiede una figura immaginaria sorta dallo scopo della sua attività ed è secondo questa rappresentazione visuale che indirizza la sua attività. Nella formazione di tali figure immaginarie e anche nella loro attuazione si riflette continuamente, oltre al processo delle altre funzioni, in particolare il processo della fantasia creativa del bambino.

I giochi creativi non aiutano solo a scoprire l’ambiente ma sono anche mezzi per l’educazione alle qualità morali. I bambini all’asilo giocano spesso in gruppi. Il loro impegno in quel momento è orientato verso il raggiungimento di uno scopo comune. Nell’organizzazione e nell’attuazione di questi giochi ci sono molte possibilità per l’educazione ai principi delle abitudini del lavoro sociale in seno ad una collettività. La corretta organizzazione del gioco con materiali autentici aiuta a sviluppare l’educazione e un’alta capacita lavorativa.

L`intolleranza al lattosio nei bambini
L'intolleranza al lattosio è una delle intolleranze più comuni in pediatria: non consente la corretta digestione del lat...
3
Dieta vegetariana: è la migliore anche per...
I bambini vegetariani hanno difese immunitarie migliori rispetto ai bimbi onnivori, i quali seguono un'alimentazione che...
3
Bambini cicciottelli: l`obesità infantile ...
L'obesità infantile insorge intorno ai due anni: la prevenzione deve iniziare presto
2
La cameretta dei bambini secondo il Feng Shui
Come creare l'ambiente ideale per i bambini grazie agli antichi insegnamenti del Feng Shui
2


Clicca su “Like” e aggiungi il tuo commento su questo articolo