La prima volta su Miobambino? Qui puoi dare un'occhiata a ciò che è Miobambino e come ti può aiutare.   |   Leggi di più    
Miobambino.it utillizza i cookie necessari al funzionamento de sito ed utili per fornire all’utente una migliore esperienza di navigazione e per inviare pubblicità.
Ogni browser ha la possibilità di abilitare o bloccare i cookie. Visitando e utilizzando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per continuare, clicca su "OK”.   Scopri di più.

Le controindicazioni dei vaccini \\\"vere o false?\\\"

4.5.2010
Le controindicazioni alle vaccinazioni sono spesso false e costituiscono un importante ostacolo alle campagne per le vaccinazioni.

image
/11


Sono conoscenze mediche errate, saldamente radicate nella cultura collettiva e, purtroppo, anche in parte della classe medica. Le controindicazioni alle vaccinazioni, provate e riconosciute a livello medico-scientifico, sono in realtà rarissime. Fra queste controindicazioni vi sono, naturalmente, le reazioni a dosi precedenti di vaccino; è importante che, laddove si verifichino eventi inattesi dopo una vaccinazione, il bambino venga portato subito dal pediatra o presso un centro ospedaliero per ottenere diagnosi immediata. Il ripetersi degli effetti collaterali post-vaccinali, peraltro quasi sempre di lieve entità, è basso; è esperienza comune che la quasi totalità dei bambini, rivaccinati con lo stesso vaccino che ha indotto un effetto collaterale indesiderato, non presentano nessuna reazione.
 
Premesso che le vaccinazioni sono controindicate in caso di gravi patologie del sistema nervoso centrale e del sistema immunitario, sono da considerarsi vere controindicazioni alle vaccinazioni:
             grave e repentino rialzo termico (febbre alta);
             gravi reazioni dopo precedenti vaccinazioni.
 
Controindicazione generale alla vaccinazione, valida per ogni tipo di vaccino, è una grave reazione avversa a un vaccino o a un elemento del vaccino.
 
Sono invece da considerarsi false controindicazioni a tutte le vaccinazioni:
             la comparsa di una sintomatologia generale, con o senza febbre;
             irritabilità e/o sonnolenza alle precedenti somministrazioni del vaccino;
             lieve o moderata reazione cutanea nella zona dell’iniezione (es. arrossamento, dolore, etc.). ematici.
 
Falsa controindicazione è anche la contemporaneità di altre vaccinazioni: l’organismo è perfettamente in grado di creare risposte immunitarie a più agenti patogeni contemporaneamente. Per ogni dose di vaccino sono, infatti, state già individuate l’età raccomandata e l’età minima in cui può essere praticata la vaccinazione e l’intervallo ottimale tra le varie dosi.
 
La condizione di allergia, sintomatica o asintomatica non controindica le vaccinazioni; false controindicazioni sono le allergie alimentari, in particolar modo al latte e all’uovo (a maggior ragione se diagnosticate su basi poco solide: nessuna allergia alimentare può essere diagnosticata esclusivamente sulla base di test cutanei o ematici), la familiarità per allergia o per reazioni a vaccini, l’allergia a farmaci non inclusi nel vaccino, storie di orticaria, asma e poliallergia. Anche i bambini con patologia malformativa e quelli con paralisi spastica, vengono spesso erroneamente etichettati come non vaccinabili.
 
Fonte: opuscolo "Quando nasce un bambino" (sezione acura del Prof. Francesco Tancredi - SIP - Società Italiana di Pediatria)
La "finta" stitichezza del neonato
Questo interessante articolo di Paolo Sarti, comparso nel 2003 sulla rivista pediatrica UPPA e intitolato “Farla: la pri...
5
Il cambio del pannolino
Cosa fare per il cambio del pannolino? Istruzioni per l'uso
3
Le prime parole dei bambini
I bambini possiedono un vocabolario con centinaia di parole e conoscono la grammatica già prima di cominciare a parlare
3
Depressione post partum. La vita dopo la n...
Si parla sempre più spesso di depressione post partum, uno stato emotivo poco riconosciuto anche dalle stesse donne che ...
3


Clicca su “Like” e aggiungi il tuo commento su questo articolo