La prima volta su Miobambino? Qui puoi dare un'occhiata a ciò che è Miobambino e come ti può aiutare.   |   Leggi di più    
Miobambino.it utillizza i cookie necessari al funzionamento de sito ed utili per fornire all’utente una migliore esperienza di navigazione e per inviare pubblicità.
Ogni browser ha la possibilità di abilitare o bloccare i cookie. Visitando e utilizzando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per continuare, clicca su "OK”.   Scopri di più.

Gravidanza: in forma dopo il parto

Miobambino, 4.5.2010
Il recupero del peso forma dopo una gravidanza richiede pazienza. Ma con un'alimentazione corretta, un po' di movimento e forza di volontà ritrovare la linea dopo il parto è possibile
Parole chiave:

image
/11


Recuperare la linea è una preoccupazione molto diffusa nelle neo mamme. Per nove mesi il loro corpo ha subito continue trasformazioni, accumulando chili di troppo. Alcune donne in gravidanza aumentano di soli sette chili e dopo il parto tornano più magre di prima; altre arrivano ad aumentare di 18-20 kg.

Tornare in forma dopo il parto è un obiettivo che si può raggiungere con un po’ di esercizio fisico, una dieta equilibrata e un po' di forza di volontà. L'importante è non farsi prendere dall'ansia di voler dimagrire subito e a tutti i costi: il corpo deve avere il tempo di adattarsi gradualmente alla nuova situazione.

Per i primi tempi il bambino assorbirà molto tempo e molte energie e il fisico di una neo mamma che allatta ha bisogno di nutrirsi per sostenere il processo dell’allattamento e assicurare una buona produzione di latte. Diete dimagranti e attività sportive in questo momento sono vivamente sconsigliate: l'alimentazione deve essere ricca, varia e sana (preferire, ove possibile, cibi biologici!). Via libera a frutta, verdura, cereali e derivati (meglio se integrali), latte, latticini, carne, pesce, uova e legumi.

Terminato l'allattamento è possibile cominciare a seguire un regime alimentare modestamente ipocalorico e bilanciato. Le diete “fai da te” troppo drastiche rischiano solo di peggiorare le cose: spesso sono troppo veloci e diventano controproducenti. La neo mamma ha bisogno di nutrirsi, di reintegrare calcio e ferro e vitamine. Sbagliato anche saltare i pasti o addirittura fare il digiuno, che a lungo andare rallenta il metabolismo. Consigliati invece piccoli spuntini e frequenti, che placano la fame, magari a base di frutta e verdura, ricchi di vitamine, sali minerali e fibre. È consigliabile cominciare i pasti con un piatto di verdure crude, al vapore o bollite, condite con un filo d'olio extravergine di oliva. Le verdure saziano, sono ricche di fibre e contengono poche calorie.

Attenzione, ovviamente, ai dolci, ai biscotti, alle bevande zuccherate, ai fritti e ai soffritti. Una buona regola è quella di alzarsi da tavola prima di essere troppo sazie.


Cominciare una leggerissima attività fisica è possibile dopo una quarantina di giorni dal parto e comunque esclusivamente dopo aver finito il periodo di allattamento. Meglio iniziare gradualmente, con brevi passeggiate e un po' di ginnastica dolce per riattivare circolazione e respirazione. Non bisogna voler riconquistare una muscolatura perfetta in pochi giorni: meglio allenarsi regolarmente e in maniera progressiva, rieducando i muscoli addominali, il perineo e i dorso-lombari per una corretta posizione della colonna vertebrale. Ma la ginnastica post-parto, oltre ad aiutare il fisico, aiuta anche la psiche: le endorfine prodotte con il moto regalano benessere anche al cervello.


 

In forma dopo la gravidanza
Gravidanza: in forma dopo il parto
Post parto: perché sembro ancora incinta?
Dopo la gravidanza: tonificare il seno

Leggi anche:

8 cibi brucia-grassi dopo la gravidanza

In forma dopo la gravidanza

Post parto: perché sembro ancora incinta?

Dopo la gravidanza: tonificare il seno

 

Gravidanza senza smagliature

Depressione post partum. La vita dopo la n...
Si parla sempre più spesso di depressione post partum, uno stato emotivo poco riconosciuto anche dalle stesse donne che ...
7
La "finta" stitichezza del neonato
Questo interessante articolo di Paolo Sarti, comparso nel 2003 sulla rivista pediatrica UPPA e intitolato “Farla: la pri...
3
Baby blues
Il bambino é arrivato. Tutto cambia, la vita prende una nuova direzione. Sentimenti e emozioni diferenti sfiorano la mad...
3
Cosa vuole il bebè che piange? Te lo svela...
In Giappone la tecnologia si mette al servizio di mamma e papà: alcuni ricercatori hanno messo a punto un personal compu...
2


Clicca su “Like” e aggiungi il tuo commento su questo articolo