La prima volta su Miobambino? Qui puoi dare un'occhiata a ciò che è Miobambino e come ti può aiutare.   |   Leggi di più    
Miobambino.it utillizza i cookie necessari al funzionamento de sito ed utili per fornire all’utente una migliore esperienza di navigazione e per inviare pubblicità.
Ogni browser ha la possibilità di abilitare o bloccare i cookie. Visitando e utilizzando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per continuare, clicca su "OK”.   Scopri di più.

Il bagnetto

Miobambino, 4.5.2010
I dubbi sul bagnetto: come lavare il bebè, quali prodotti utilizzare e con quale frequenza?

image
/11


I neonati vengono lavati subito alla nascita e possono essere lavati quotidianamente. In genere viene consigliato di non fare il bagno ad immersione fino a caduta del moncone ombelicale e, in tale periodo, di lavare il bebè solo con una doccetta.

 

Alcuni temono che facendo fare il bagnetto ancora con il cordone ombelicale possa far macerare lo stesso e ritardarne la caduta. Di fatto è sufficiente procedere alla medicazione del cordone consigliata alla nascita subito dopo il bagnetto e dopo aver accuratamente asciugato il cordone.

 

Quante volte alla settimana? Preferiamo non dare regole, anche più volte al giorno se c’è molto caldo o anche ogni qualche giorno se la mamma è stanca. Se arrivate alla sera stanche morte e pensate “non sto più in piedi ma debbo fargli il bagnetto” lasciate perdere, laverete vostro figlio il giorno dopo in quanto il momento del bagnetto deve essere un momento di relax e di tranquillità e di comunicazione tra voi e vostro figlio e non un obbligo divino.

 

Quante ore dopo mangiato? Anche subito dopo in quanto il bagnetto viene fatto a temperatura corporea, sui 37°C, e non esiste il pericolo della congestione. A volte al bambino viene fatto il bagnetto dopo ore dalla poppata, addirittura quando ha fame. In tal caso è probabile che si metta a piangere in quanto la fame per i bambini nei primi mesi di vita è una brutta bestia e quando hanno fame non apprezzano nulla neanche il bagnetto che, sempre nei primi mesi di vita, non può non piacergli in quanto, per tutto il periodo della gravidanza, il bambino ha vissuto in un ambiente acquatico (il liquido amniotico che si trova nell’utero).

 

Per quanto tempo? Pochi minuti all’inizio e, gradualmente, più a lungo senza superare i 10-15 minuti mantenendo la temperatura dell’acqua costante (per quanto gli piaccia l’acqua non è un pesciolino).

 

In che momento della giornata? In genere il bagno ha un effetto rilassante quindi si consiglia di farlo alla sera, prima o dopo la poppata, per favorirgli il sonno. Alcuni bambini, però, con il bagnetto si esaltano e invece di addormentarsi si ricaricano. In tali casi il bagnetto andrà fatto durante la giornata.

 

Con quali prodotti? C’è l’imbarazzo della scelta ma preferisco dirvi quali prodotti non debbono entrare in casa: il borotalco in polvere o altre polveri aspersorie (esiste anche un talco in crema che si può utilizzare) per la possibilità, seppure rara, di aspirazione con danni permanenti all’apparato respiratorio e i “cotton fioc”. Le orecchie dei bambini vanno pulite solo all’esterno e può bastare una garzina o l’angolo di un asciugamano di cotone. Se utilizzate, per comodità, il cotton – fioc, mettetelo lontano dalle mani di vostro figlio che, crescendo, potrebbe infilarlo nelle orecchie e causarsi dei danni ai timpani.

 

Nei primi 6 mesi di vita non sono adatti prodotti che contengono profumi. Non fidarsi ciecamente di quanto scritto sulle confezioni dei prodotti dei bambini e chiedere al pediatra, perchè un prodotto adatto "all'infanzia" NON vuol dire che è adatto nei primi giorni di vita.

La "finta" stitichezza del neonato
Questo interessante articolo di Paolo Sarti, comparso nel 2003 sulla rivista pediatrica UPPA e intitolato “Farla: la pri...
5
Neonato: la vista nel primo mese
La vista del bambino appena nato è immatura e sfocata, ma già in grado di mettere a fuoco il tratti basici del volto del...
4
Dolore ai capezzoli nell`allattamento
La miglior cura contro i capezzoli infiammati è la prevenzione. La miglior prevenzione è un buon attaccamento del bambin...
4
Dopo il parto in ospedale
Il pediatra sarà la persona che dovrà farsi carico del benessere del bambino e che lo seguirà nel lungo percorso della s...
3


Clicca su “Like” e aggiungi il tuo commento su questo articolo


Sondaggio

Applicazione Telefonico
Future_Mommy

Siete interessate a una applicazione telefonico con tutte le informazione e consigli sulla gravidanza, nello stesso momento anche condividere con gli altri?

Si (53%)

No (47%)


Voti in tutto: 53

Grazie della risposta. Hai già risposto a tutte le inchieste attuali. Intanto puoi creare una nuova inchiesta anche tu.