La prima volta su Miobambino? Qui puoi dare un'occhiata a ciò che è Miobambino e come ti può aiutare.   |   Leggi di più    
Miobambino.it utillizza i cookie necessari al funzionamento de sito ed utili per fornire all’utente una migliore esperienza di navigazione e per inviare pubblicità.
Ogni browser ha la possibilità di abilitare o bloccare i cookie. Visitando e utilizzando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per continuare, clicca su "OK”.   Scopri di più.

Make up: in gravidanza meglio la fitocosmesi

Miobambino, 21.5.2015
Truccarsi in gravidanza è possibile, ma meglio optare per i fitocosmetici biologici, realizzati con estratti di piante da agricoltura biologica, materie prime pure e senza residui di pesticidi e altre sostanze chimiche.

image
/11



Trucco
Truccarsi in gravidanza non è assolutamente pericoloso, ma è necessario usare cosmetici anallergici che oltre a non provocare allergie non sono aggressivi.
Sì alle formulazioni con derivati vegetali che possono sostituire i composti chimici potenzialmente dannosi che si trovano nelle creme.
Meglio ancora optare per i fitocosmetici che, contenendo ingredienti naturali, assolvono alla funzione di miglioramento dello stato della pelle, senza entrare in circolo. Ci sono rossetti, ombretti, ma anche creme e saponi che sono creati con piante ed erbe dalle proprietà naturali specifiche e ottime per l’organismo.Creme per il viso, lozioni e gel dopobarba, fondotinta, rossetti: sono solo alcuni dei cosmetici di uso quotidiano che vengono a stretto contatto con la pelle e penetrano nell’organismo. Scegliere con cura i cosmetici da utilizzare per la cura del corpo è fondamentale per evitare danni immediati all’epidermide, quali irritazioni, dermatiti, allergie e rischi per la salute a lungo termine come l’insorgenza di tumori. Non sempre orientarsi tra la miriade di cosmetici disponibili in profumeria, in farmacia o al supermercato, è un compito semplice. Le etichette non sono di grande aiuto per il consumatore, dal momento che spesso aggettivi come naturale, green, ecologico e organico sono usati impropriamente. Non di rado capita che un prodotto venga etichettato come naturale, benché contenga solo una piccola percentuale di ingredienti atossici. Inoltre, L’INCI, l’elenco degli ingredienti dei cosmetici, non sempre è di facile lettura.
Bisogna poi sottolineare che un ingrediente è considerato sicuro dall’industria cosmetica e farmaceutica fin quando la scienza non è in grado di provare il contrario. Spesso occorrono anni prima che si compiano studi a lungo termine e una sostanza nociva venga messa al bando. Basti pensare al bisfenolo A (BPA), utilizzato per decenni nella produzione di biberon, contenitori e altri prodotti per la prima infanzia. Per non correre rischi inutili, è bene dunque evitare le sostanze potenzialmente pericolose contenute nei cosmetici, anche qualora il loro impiego sia ancora consentito.
Per orientarci nella scelta ci viene in aiuto Gillian Deacon, presentatrice e autrice canadese, nota per il suo impegno ambientale. La Deacon elenca 20 sostanze tossiche da evitare nei cosmetici nel suo secondo bestseller, pubblicato nel 2010, dal titolo There’s Lead in Your Lipstick: Toxins in Our Everyday Body Care and How to Avoid Them (C’è piombo nel tuo rossetto, le tossine nei prodotti quotidiani per la cura del corpo e come evitarle).
Di seguito l’elenco degli ingredienti pericolosi usati dall’industria cosmetica, così come viene indicato d

Moltissimi cosmetici di uso quotidiano contengono purtroppo sostanze tossiche, tumorali o potenzialmente pericolose che, a stretto contatto con la pelle, penetrano nell’organismo. 

Scegliere con cura i cosmetici da utilizzare in gravidanza è quindi fondamentale, anche se non sempre orientarsi tra la miriade di cosmetici disponibili in profumeria, in farmacia o al supermercato, è un compito semplice. 
Le etichette non sono di grande aiuto: per il consumatore l’elenco degli ingredienti dei cosmetici non è sempre di facile lettura. Spesso poi aggettivi come "naturale, green, ecologico e organico" sono usati impropriamente per descrivere prodotti etichettati come naturali, ma che comunque contengono una piccola percentuale di ingredienti atossici. 

Come fare quindi per essere sicure che il nostro beauty case non contenga piombo, altre sostanze cancerogene, tossiche o aggressive?

Meglio optare per i fitocosmetici (reperibili in erboristeria), ricchi di principi attivi naturali estratti da erbe e piante dalle note proprietà idratanti, come ad esempio l'aloe o l’olio d’oliva.

Oltre a rossetti, ombretti e prodotti di make up la fitocosmesi offre anche creme, saponi e oli che hanno la proprietà di riequilibrare l’idratazione della pelle e di donarle una protezione naturale contro l’attacco di agenti esterni nocivi alla sua salute.

I fitocosmetici biologici escludono ingredienti come petrolati, siliconi, condizionanti ittiotossici, addensanti sintetici: tutte sostanze inquinanti da utilizzare il meno possibile.


I formaggi durante la gravidanza
Durante la gravidanza è bene fare attenzione ai formaggi. Il rischio principale è contrarre la listeriosi, un'infezione...
15
Frutti di mare in gravidanza: si possono m...
Durante la gravidanza è possibile mangiare pesce, frutti di mare, molluschi e crostacei o è pericoloso per la salute di ...
13
Fisiologia del travaglio
Il travaglio di parto assume un valore importante per la gravida perché in esso si assommano tutte le paure, le tensioni...
6
La sensazione di pancia dura in gravidanza
In gravidanza la pancia subisce continui mutamenti fin dalle prime settimane. A partire dal quinto mese di gravidanza si...
6


Clicca su “Like” e aggiungi il tuo commento su questo articolo


Sondaggio

shampoo colorante?
supermommy77

Ciao mamme!sono alla 29 sett. cosa mi consigliate a proposito dello shampoo colorante? La parrucchiera mi ha assicurato che non ci sono problemi voi che ne pensate? Grazie

si l ho fatta (54%)

no sconsiglio (46%)


Voti in tutto: 56

Grazie della risposta. Hai già risposto a tutte le inchieste attuali. Intanto puoi creare una nuova inchiesta anche tu.