La prima volta su Miobambino? Qui puoi dare un'occhiata a ciò che è Miobambino e come ti può aiutare.   |   Leggi di più    
Miobambino.it utillizza i cookie necessari al funzionamento de sito ed utili per fornire all’utente una migliore esperienza di navigazione e per inviare pubblicità.
Ogni browser ha la possibilità di abilitare o bloccare i cookie. Visitando e utilizzando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per continuare, clicca su "OK”.   Scopri di più.

Travaglio e ricovero in ospedale

4.5.2010
Il fatidico momento del parto è arrivato e sono cominciate le contrazioni. Ma quando è meglio recarsi in ospadale? E cosa mettere in valigia?
Parole chiave:

image
/11



Sarebbe preferibile recarsi in accettazione quando le contrazioni uterine divengono intense e ritmiche (con una frequenza cioè di una contrazione ogni 5 minuti per almeno un’ora).

È meglio infatti trascorrere presso il proprio domicilio la prima parte del travaglio in un ambiente favorevole, al fine di evitare lunghi periodi in ospedale dove il comfort è inferiore e l’aspettativa di un parto imminente pone la donna in una condizione psicologica sfavorevole.


È molto utile fare un bagno in acqua calda, rimanendo immerse anche durante la contrazione.

Il partner può effettuare massaggi lungo i lati della colonna vertebrale.

All’inizio del travaglio è anche conveniente bere e mangiare qualcosa di leggero.


Tuttavia bisogna sapere che l’inizio delle contrazioni uterine pone il bimbo in una condizione di stress. Poiché non tutti i bambini sopportano questo stress in ugual misura, è molto importante eseguire un monitoraggio elettronico fetale (cardiotocografia) proprio all’inizio del travaglio, in modo da controllare che tutto si stia svolgendo correttamente e il bambino non sia in sofferenza.

 

In definitiva è più prudente andare in Ospedale quando:

  • le contrazioni uterine divengono regolari ogni 10-15 minuti, oppure
  • il bambino si muove meno del solito, oppure
  • si notano perdite ematiche vaginali, oppure
  • si notano perdite di liquido amniotico (rottura della borsa delle acque), oppure
  • comparisse febbre, pressione alta, prurito diffuso

Se si abita distanti dall’Ospedale o si prevede traffico o non fosse il primo parto, occorrerà muoversi in anticipo.

 

L'occorrente:

  • scheda della gravidanza

  • recenti esami del sangue e delle urine

  • cartellino del gruppo sanguigno

  • ecografie

  • eventuale ECG, se fatto durante la gravidanza

  • altri esami importanti o richieste di terapie mediche al parto, post-partum, puerperio

  • farmaci per uso personale non disponibili in ospedale

  • documento di identità (originale e non scaduto)

  • tessera sanitaria

  • codice fiscale

  • almeno 4 camicie da notte in fibra naturale (cotone o lino) preferibilmente a manica corta, altrimenti a manica lunga, con un’apertura tale da consentire la rapida esposizione del braccio. Evitare quindi, almeno durante il travaglio ed il parto, di utilizzare camicie con elastici stretti ai polsi

  • una vestaglia

  • un paio di pantofole

  • mutandine igieniche di carta monouso (facilmente eliminabili)

  • un paio di calzine di cotone (da usare in sala parto)

  • asciugamani di spugna

  • necessario per l’igiene personale

  • burro cacao

  • un piccolo catino in plastica

  • bottiglia d’acqua naturale

  • alcune caramelle per il travaglio e/o bevande zuccherate (succhi di frutta, integratori, etc.)

  • un reggiseno di una misura superiore, per l’allattamento (uno solo, perché potrebbe cambiare di taglia)

  • coppette assorbilatte

  • fazzoletti di carta

  • walk-man e/o libro

  • telefono cellulare o schede telefoniche

  • panciera elastica (in caso di taglio cesareo)

 

N.B. evitare lo smalto sulle unghie.

 

L'occorrente per il neonato

A questo proposito conviene informarsi al "nido" dell’ospedale presso il quale si sceglie di partorire, in quanto ogni ente pubblico o privato ha una propria organizzazione interna.

In genere è preferibile che ogni cambio del neonato sia suddiviso in sacchetti trasparenti contrassegnati con un adesivo sul quale verrà scritto il cognome del bimbo e successivamente il suo numero di braccialetto.

In tal modo si eviteranno spiacevoli perdite di tempo e soprattutto di indumenti.

 

Il cambio invernale

4 magliette esterno lana - interno cotone, a manica corta o lunga, eventualmente fatte a body

4 paia di calzine di lana

4 tutine di spugna intere

 

Il cambio estivo

4 magliette di cotone a manica corta o canottiera, eventualmente fatte a body

4 paia di calzine di cotone

4 tutine di cotone intere

 


I formaggi durante la gravidanza
Durante la gravidanza è bene fare attenzione ai formaggi. Il rischio principale è contrarre la listeriosi, un'infezione...
13
La sensazione di pancia dura in gravidanza
In gravidanza la pancia subisce continui mutamenti fin dalle prime settimane. A partire dal quinto mese di gravidanza si...
6
Il ferro in gravidanza
Durante la gravidanza il consumo di ferro è di vitale importanza per la salute di mamma e nascituro. Ecco gli alimenti a...
5
Perdite di sangue in gravidanza
La presenza di perdite ematiche durante la gravidanza potrebbe essere il sintomo di un problema serio. In caso di sangui...
5


Clicca su “Like” e aggiungi il tuo commento su questo articolo